,

Video Live Streaming Social Media, quali canali utilizzare?

In principio fu Periscope. Poi lentamente i video live streaming hanno preso campo e si sono allargati a macchia d’olio diventando uno dei trend più forti di tutto il 2016. Dopo Twitter ed il suo Periscope si sono aggiunti Facebook Live e YouTube Mobile Live.

Video Live Streaming Social Media: guida all’uso

Grazie ai video Live Streaming ognuno di noi, compresi i brand, può realizzare delle dirette per raccontarsi, ma anche per raccontare. Gli usi possono essere i più disparati: dall’utente privato che si trova in un evento particolare ai brand che vogliono raccontare, per esempio, il “behind the scenes” delle loro aziende.

Ma quali sono le piattaforme che permettono di realizzare live streaming tramite uno smartphone?

Periscope

Applicazione acquistata da Twitter nei primi mesi del 2015 per ben 100 milioni di dollari. Inizialmente era un’app a sé stante, poi piano piano Twitter ne ha previsto l’integrazione. Adesso infatti accanto al tasto per registrare video si trova l’icona per effettuare dirette streaming attraverso Periscope.

Fare una diretta, dunque, è estremamente semplice, così come seguirle. Per interagire con i video live streaming degli altri però è necessario aver scaricato l’app Periscope.

Perché utilizzare Periscope?  Innanzitutto la trasmissione del video sarà visibile soltanto a utenti determinati, ovvero a coloro che seguite e che vi seguono a loro volta. Inoltre è possibile restringere i commenti solo agli utenti seguiti, in modo da evitare commenti da utenti sconosciuti.

Infine si ha la possibilità di disegnare sullo schermo durante la diretta, ma durerà solo pochi secondi, ed è possibile effettuare video live streaming anche da una GoPro o un drone connessi ad una rete wi-fi tramite il proprio smartphone.

Facebook Live

A differenza di Periscope, Facebook Live non è un’applicazione ma una funzionalità perfettamente integrata alla piattaforma. Per effettuare una diretta basterà semplicemente andare sulla propria pagina o profilo aziendale, cliccare su Pubblica e cercare l’opzione “video in diretta”.

Facebook Live, nel momento della diretta, permette di conoscere real-time il numero degli spettatori, il loro nome ed il numero di interazioni effettuate. A fine diretta il video sarà presente nella timeline e gli utenti potranno accedere ad una reportistica estremamente dettagliata.

Perché utilizzare Facebook Live? Innanzitutto per l’enorme quantità di utenti che quotidianamente utilizzano Facebook. I fan aziendali o  gli “amici” ricevono, al momento dell’avvio della diretta, una notifica. Un altro motivo è la possibilità di personalizzazione, grazie all’app MSQR che permette di applicare filtri ai video live.

YouTube Mobile Live

Per dovere di cronaca YouTube è stata la prima piattaforma che ha permesso di realizzare video live streaming, anche prima di Periscope. Il motivo per cui non si è diffusa è stata l’impossibilità di effettuare video live streaming dagli smartphone.

Adesso però tutto è cambiato. Per trasmettere con YouTube Mobile Live basterà premere il pulsante rosso che si trova in basso a destra dello schermo. Si dovrà poi scegliere un’immagine di miniatura ed il gioco è fatto. Al termine della diretta il video sarà caricato normalmente su YouTube.

Perché utilizzare YouTube Mobile Live? Innanzitutto i video in diretta avranno le medesime possibilità dei video caricati: creazione di playlist e identificazione di un pubblico di destinazione, su tutti. Infine i video live verranno caricati sulla piattaforma e questo permette loro di essere maggiormente visibili anche a distanza di tempo.

Instagram Live

Infine non poteva mancare Instagram. La funzionalità è stata introdotta nei giorni scorsi e sta già ottenendo buoni risultati. Per effettuare video live streaming il procedimento è semplice: fare tap sull’icona Fotocamera in alto a sinistra e premere il bottone “In Diretta/Live” e “Inizia un video in diretta”. A quel punto Instagram invia una notifica a tutti i followers.

Perché utilizzare Instagram Live? Sicuramente i numeri, infatti come per Facebook gli utenti presenti e attivi sulla piattaforma sono molti. E poi c’è sicuramente il sempre maggior interesse verso il visual social network: proprio per questo si ricercano sempre più soluzioni per garantire un’ottima qualità dei contenuti visual.

Il quadro è completo. Adesso tocca a voi sperimentare e scegliere la piattaforma migliore per i vostri video live streaming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *