,

Pokémon GO, quest’estate arrivano i Pokémon Leggendari

Vi ricordate il successo dello scorso anno di Pokémon GO? Ecco, nell’estate che sta per arrivare ci saranno novità molto interessanti che potranno permettere al gioco di tornare ampiamente in auge. Infatti, Mathieu de Fayet, vice presidente per le partnership strategiche di Niantic, in un’intervista ha parlato di Pokémon leggendari e della possibilità di affrontare i Pokémon di altri utenti attraverso il PvP, ovvero la modalità Player versus Player.

Pokémon GO: la parola al management

Il fenomeno Pokémon GO lo scorso anno ha avuto un successo incredibile. Fin dai primi giorni di lancio i download erano stati centinaia di migliaia. Gli utenti erano sempre più interessati a questo nuovo gioco interattivo e avvincente. Ma non solo perché in molti vedevano nella piattaforma un possibile strumento di marketing.

Dopo tante analisi e studi fatti in quei mesi il fenomeno sembrava essersi sgonfiato, perlomeno sulla carta. In Italia forse è stato davvero così ma nel resto del mondo si è continuato a giocare. Ovviamente però restare sulla cresta dell’onda a lungo non è facile: servono capacità, brillantezza ma soprattutto programmazione. Ed ecco che a proposito di questo il management di Niantic ha deciso di presentare delle novità:

Pokémon Go ha avuto 650 milioni di download, ma ora come ora abbiamo 65 milioni di utenti attivi. Come si fa a mantenere vivo l’interesse dei giocatori? Stiamo lavorando ad alcune cose che arriveranno nel corso dell’estate”  – ha dichiarato Mathieu de Fayet – . “Ad esempio, si darà maggior valore alla scelta del proprio team, arriveranno i Pokémon leggendari e sarà introdotto il PvP. Una cosa che abbiamo imparato con Ingress è che il gioco è in grado di autosostenersi se siamo noi a riuscire a creare delle interazioni sociali tra i giocatori. È su questo che stiamo lavorando.”

Al momento dunque non resta altro che attendere queste nuove feature, ma soprattutto vedere se riusciranno finalmente a rivitalizzare un gioco che fino a un anno fa sembrava aver una crescita inarrestabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *