,

Mobile World Congress 2017, Nokia 3310 è la star

Il ritorno del telefono indistruttibile caratterizza il day 0

Il day 0 può definirsi una domenica bestiale per il Mobile World Congress 2017 in corso a Barcellona.

La più grande fiera europea del mondo degli smartphone ha visto un telefonino vestire i panni della star.

nookia3310Parliamo del grandissimo ed attesissimo ritorno del Nokia 3310, che ha vissuto la sua giornata da Oscar.

Il telefonino indistruttibile è stato il più gettonato dai recensori di siti specializzati, con video in serie pubblicati.

Il Nokia 3310 si è presentato al Mobile World Congress 2017 in classico stile con tocchi di modernità.

Ma cosa cambia rispetto al prodotto uscito il 1° settembre, diventato icona dei primi anni del XXI secolo?

Parlando di estetica, il telefonino è meno cicciottello rispetto al suo predecessore, un po’ più sottile al tatto.

Ma mantiene la tastiera alfanumerica, abbandonata oramai da tempo e diventata, di conseguenza, preistoria.

Il che comporta al ritorno alla scrittura T9, cosa mai sperimentata dalle nuovissime generazioni.

Aumenta il display, che si adatta ai tempi moderni adottando i colori, ma senza i sensori touch, in pieno stile 3310.

Appare internet, ma solo per via della connettività 2G e per la presenza del browser Opera Mini.

Le altre novità introdotte all’interno del dispositivo presentato al Mobile World Congress 2017 sono:

  • connettività bluetooth 3.0
  • torcia e fotocamera da 2 megapixel nella parte posteriore
  • presenza di comparto dual sim (invece di una sola slot) e la presenza di quella per inserire una micro sim.

Non poteva mancare Snake, rivisto e modernizzato, cosa che a qualcuno ha fatto storcere non poco il naso.

Questo telefonino fa davvero gola per la sua storia, quindi per il suo essere iconico, e per il prezzo: 49 euro.

Ora non resta che attendere da Nokia news riguardanti la data di inizio vendita del dispositivo in Italia.

Nokia è anche smartphone

Nokia è protagonista del Mobile World Congress 2017 con il suo telefono iconico, ma resta outsider nel campo degli smartphone.

I due nuovi dispositivi dell’azienda finlandese (ma con produzione cinese) presentati sono il Nokia 3 e il Nokia 5.

Due nuovi dispositivi presentati al MWC2017 e che si affiancano al Nokia 6, presentato alcuni giorni fa.

Ma cosa differenzia il modello 3 e il 5?

Partiamo dal prezzo, primo elemento che salta all’occhio del consumatore: 139 euro contro 189 euro.

Il processore, di differente provenienza: il primo si affida a Mediatek, il secondo al più affidabile Snapdragon.

Il design, più piacevole e meno bordato nel modello 5, che presenta uno schermo maggiore (5,2″ vs. 5″).

Huawei chiama con P10 e P10 Plus

La prima vera grande battaglia nel day 0 del Mobile World Congress 2017 riguarda Cina e Sud Corea.

A sfidarsi sono Huawei e LG, che hanno presentato prodotti top di gamma da far perdere la testa.

Huawei-P10L’azienda cinese, terza potenza mondiale nel campo degli smartphone, ha svelato i P10 e P10 Plus.

Rispetto ai predecessori P9 e P9 Plus, si presentano con un processore Mediatek nuovo e performante.

Schermi rispettivamente da 5,1″ e 5,5″ , e la possibilità di sceglierli in più colorazioni disponibili.

Huawei alza l’asticella dal punto di vista della memoria, che sarà di 4+64 GB per entrambi, con variante Plus 6+128 GB.

E del prezzo, che varia dai 679 per Huawei P10 a 829 per il modello Plus versione 6+128 GB.

La pecca è data dallo spostamento del tasto fisico (lettore d’impronta) sulla parte anteriore.

Entrambi sono aggiornati al nuovo sistema operativo Android 7.1 Nougat.

La risposta LG

LG sfrutta il Mobile World Congress 2017 per ritornare in grande stile con il nuovo LG G6.

lg-g6-eccolo-questa-immagineAbbandonata la modularità, l’azienda sudcoreana sceglie la grandezza del monitor associata ad un design sottile.

Pochi bordi, 5,7″ di schermo che presentano una grandissima novità: 18:9 al posto dei canonici 16:9.

Questo consentirà di ricavare un doppio schermo formato 1:1, per usare app abilitate al multi-window.

È una top model di livello internazionale, molto interessata al rispetto dell’ambiente, dato che non adotta sostanze inquinanti.

Come ad esempio il Mercurio ed il Nichel, nocivi anche per la salute dell’uomo.

La fotocamera segue le linee del G5, con l’uso del “grandangolare” da 125° per la fotocamera posteriore.

E di ben 100° (invece dei soliti 82°) per quella anteriore, che è di “soli” 5 megapixel (le due posteriori sono da 13mpx).

Huawei e LG se le danno di santa ragione in questo primo scorcio di 2017. Chi sarà il vincitore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *