, ,

Levanzo è la meta turistica più social

La località siciliana batte Gubbio e Bagnone in questa speciale classifica

Se andrete a Levanzo, sappiate che metterete piede nella meta turistica più social del 2016.

O almeno questo è ciò che ci rivela PaesiOnLine riguardo questa isola delle Egadi (Sicilia).

Secondo questa “guida turistica social”, Levanzo è la destinazione col maggior impatto social del 2016.

PaesiOnLine ha analizzato le interazioni degli utenti sulle community, in particolare su Facebook.

Ed è emerso che l’isola di Levanzo ha ottenuto oltre 140 mila interazioni sul primo social al mondo.

Ah, per interazioni si intende l’insieme di azioni quali “mi piace”, commenti e condivisioni.

Ecco il podio delle destinazioni turistiche con maggiore impatto sui social network:

  • Isola di Levanzo (Sicilia): 140.357 interazioni
  • Gubbio (Umbria): 97.335 interazioni
  • Bagnone (Toscana): 97.139 interazioni.

Dietro il trittico italico troviamo i Monasteri di Meteora (Grecia, con 94.865) e Hallstatt (Austria, con 80.764).

A completare la top 10:

  • Sacro Speco di Subiaco (Lazio): 77.044
  • Malcenise (Veneto): 70.455
  • Tarvisio (Friuli VG): 55.300
  • Vernazza (Liguria): 55.136
  • Tropea (Calabria): 48.593 .

LEVANZO, LA “PICCOLA” DELLE EGADI

Forse non tutti conoscono Levanzo, motivo per cui vi diamo qualche nota in merito.

È la più piccola isola dell’arcipelago delle Egadi (Sicilia), con i suoi 5 km² di superficie.

Lì troviamo anche l’omonima località, che è situata in una frazione di Favignana (Trapani).

In siciliano si chiama Lèvanzu, in epoca di dominio greco era nota come Phorbantia (Φορβαντία).

Levanzo è composta da rocce calcaree, ci mostra molte grotte ed è priva di strade rotabili (a parte un piccolo tratto).

Questo è, con tutta probabilità, il segreto del mantenimento di così tanta bellezza paesaggistica, con conseguente status di arretratezza tecnologica.

A Levanzo possiamo trovare Pizzo Monaco, che è il promontorio più alto dell’isola (270 m sopra livello del mare).

Riguardo la vegetazione, possiamo trovare:

cupola grotta genoveseAbbiamo citato la presenza di grotte nell’isola, ma qual è la più importante?

Senza ombra di dubbio la Grotta del Genovese, ovvero sia uno dei più importanti siti archeologici italiani.

La sua notorietà è dovuta alla presenza di incisioni e pitture rupestri risalenti al paleolitico superiore (9680 a.C.).

È possibile trovarvi raffigurazioni di animali che l’uomo primitivo si augurava di poter cacciare.

E altre disegni ritraenti danze rituali, in rappresentanza di ciò che gli stessi uomini primitivi facevano al tempo.

COSA FARE A LEVANZO

Se vi recate nell’isola siciliana, vi è una serie di cose da poter fare per passare una gradevole vacanza.

Ad esempio delle escursioni in barca per fare un tour completo dell’isola, oppure immersioni e pesca sportiva.

Abbiamo già detto parlato della Grotta del Genovese, perché è una pietra miliare del patrimonio archeologico italiano.

In questo caso, dovrete fissare un appuntamento col custode, il sig. Natale Castiglione.

Se camminare non è un problema, una bella escursione a piedi è un’attività da prendere in considerazione.

Potrete godere della vista della natura che caratterizza l’isola, così come lanciarvi in sentieri come quelli costieri.

Trovandoci in un’isola, non può mancare l’appuntamento a tavola a base di pesce, magari con vista tramonto.

Se volete unire pasta e pesce, gli spaghetti allo scoglio sono la scelta migliore.

Dulcis in fundo, un bel souvenir da portare a casa, ma non uno di quelli da mettere sul comodino.

Si parla, in questo caso, di souvenir di tipo enogastronomico, da portare a casa ed offrire ai vostri ospiti.

Sempre che vogliate condividere, e non tenere gelosamente, le prelibatezza di questa isola siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *