in

Google Hire: come funziona l’app per il lavoro che sfida LinkedIn

Google sfida Linkedin e lancia Google Hire un app pensata per cercare lavoro.
Il colosso di Mountain View, con questa nuova applicazione, punta a raggiungere gli utenti di G Suite, la piattaforma cloud di Google che comprende: Gmail, il Calendario, Hangouts, Drive e  i Documenti.

Come funziona Google Hire

I datori di lavoro potranno inserire gli annunci di ricerca del personale sulla piattaforma e iniziare la ricerca del candidato ideale e fissare colloqui. Chi, invece, è alla ricerca di lavoro potrà compilare direttamente online la propria candidatura ed essere contattato dal (possibile) datore di lavoro. Si tratta di uno strumento “end-to-end” in grado di soddisfare uno specifico caso di utilizzo tra gli utenti di G Suite che già utilizzano i dispositivi di Gmail e Calendario per pianificare e gestire i colloqui di lavoro.

Google Hire per pianificare i colloqui di lavoro

L’app, infatti, è anche una sorta di agenda che permette, in poco tempo, di pianificare i colloqui di lavoro coi candidati.

Google Hire e i feedback

Sia i candidati sia i datori di lavoro avranno la possibilità di lasciare feedback su azienda e candidato una volta terminato il colloquio. Google Hire potrà essere utilizzato per “colloqui in remoto” tramite Hangoust, con i dati dei candidati visibili in cima allo schermo affinché gli intervistatori possano esaminare i dati individuali in tempo reale.

Google Hire è attualmente disponibile per aziende statunitensi con almeno 1.000 dipendenti, o in alcuni casi anche meno, e che utilizzano G Suite. Attualmente il servizio non è compreso nella Suite di Google e viene offerto come servizio add-on a pagamento, con prezzi che variano a seconda della dimensione aziendale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

notizie su facebook

Notizie su Facebook: in arrivo ad ottobre una piattaforma a pagamento

Mozilla Common Voice

Mozilla Common Voice: il sito per donare la tua voce all’Intelligenza Artificiale